.
Annunci online

ordinenuovo
DOCUMENTI PER SFATARE, IGNORANZA, MALAFEDE, PREGIUDIZIO , PRECONCETTO, CARRIERISMI, DIKTAT DI OGNI SORTA E DI OGNI DOVE, FALSITA'
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte



"Non è mai morto
ciò che è eterno"

DIARI
VALLE GIULIA 1968
5 marzo 2008
 


violenti scontri a Roma fra forze di polizia e studenti
Facoltà di Architettura
I MOTI STUDENTESCHI E GIOVANILI DILAGANO IN ITALIA


1 marzo del 1968

La polizia caricò gli studenti presso la facoltà di architettura di Roma.

Il Movimento Studentesco, non ancora disgregato, si trovò- per la prima volta unito- con le avanguardie di Ordine Nuovo, che furono le prime e le più efficaci a farvi fronte. Per l’intero pomeriggio si verificarono scontri e la polizia ebbe la peggio: si videro funzionari che si arrendevano con le mani alzate! Con quest’azione le avanguardie ordinoviste conseguirono un grande prestigio presso gli studenti. Mentre al nord sventolavano le bandiere rosse e nel sud le celtiche degli studenti del Movimento Sociale Italiano, a Roma, come a Torino e Perugia, l'università era occupata congiuntamente dalle estreme studentesche. Gli schemi erano saltati. Era un cammino che i più avveduti si auguravano di poter proseguire.

Ma non piaceva né giovava ai poteri forti, né ai settori che influenzavano e finanziavano il Msi che si allarmarono e s'indignarono. Questo indusse Almirante, due settimane più tardi, a fare una rovinosa spedizione antistudentesca alla Minerva. Essa permise al sistema di riproporre le separazioni faziose e alla dirigenza comunista di sviare, indirizzandola in un vicolo cieco, la spinta movimentistica. Fu la fine di un sogno, il taglio dei fili in cui scorreva l'energia. Ma l'amarezza di quella mossa scellerata non può cancellare quell'immagine solare di una gioventù che per un attimo si trovò al posto giusto, al momento giusto, a fare la cosa giusta.

sfoglia
febbraio        aprile